Impostazione sperimentale

Il progetto Biostimolanti in campo, organizzato da L’Informatore Agrario in collaborazione con il Centro Sperimentale Ortofloricolo Po di Tramontana di Veneto Agricoltura (Rosolina, Rovigo), l’OP Isola Verde (Eboli, Salerno), l’az. Agr. Giacomaniello (Eboli, Salerno) e la Tenuta Longinotti (Ronciglione, Viterbo) ha come obiettivo la formazione e la divulgazione agli agricoltori e tecnici verso le corrette strategie di utilizzo dei biostimolanti per ottenere determinati obiettivi sulle colture orticole e frutticole, nello specifico l’aumento delle rese e della qualità merceologica.

In due aree specifiche (pieno campo e serra) del Centro sperimentale ortofloricolo Po di Tramontana di Veneto Agricoltura sono state realizzate 3 aree di prova dedicate a pomodoro da industria e da mensa e melone, per un totale di 12 tesi + 6 testimoni, all’interno delle quali saranno testati oltre 30 differenti prodotti proposti da 9 aziende.

Presso le serre della sede dell’Op a Eboli (Salerno) il progetto coinvolgerà 2 tunnel dove viene coltivata rucola. Questa sperimentazione si inserisce nella normale attività di produzione aziendale, di conseguenza i cicli produttivi e le tecniche agronomiche sono quelle messe in atto per tutte le altre aree colturali.

Novità di questa edizione è la sperimentazione su pomodoro da industria al Sud Italia. Grazie alla disponibilità dell’az. Agr. Giacomaniello (Eboli, Salerno), sono state allestite tre parcelle di circa 2.500 m² ognuna presso uno degli appezzamenti dell’azienda. Anche questa sperimentazione si inserisce nella normale attività di produzione aziendale, di conseguenza i cicli produttivi e le tecniche agronomiche sono quelle messe in atto per tutte le altre aree colturali.

Altra novità di questa edizione è l’inserimento tra le colture del nocciolo. Presso la Tenuta Longinotti, di proprietà della soc. Agr. Vico, a Ronciglione (Viterbo), sono state realizzate due parcelle di circa 1 ettaro ciascuna di nocciolo (varietà «tonda gentile romana») per testare una linea di biostimolanti+fertilizzanti e un biostimolante con l’obiettivo di valutare a raccolta resa e qualità del prodotto.

Dettagli delle aree sperimentali

Pomodoro da industria

  • Superficie totale: 600 m²
  • Ripetizioni: 3
  • Sesto d’impianto: fila semplice
  • Distanza tra le file 200 cm
  • Distanza sulla fila: 50 cm
  • Densità 1 pianta/m²
  • Superficie parcella: 30 m²
  • Trapianto: 29-4-2024

Melone

  • Superficie 500 m²
  • Ripetizioni: 3
  • Sesto d’impianto: fila semplice
  • Distanza tra le file: 250 cm
  • Distanza sulla fila: 60 cm
  • Densità: 0,7 piante/m²
  • Superficie parcella: 45 m²
  • Trapianto: 29-4-2024

Pomodoro da mensa

  • Superficie totale: 600 m²
  • Ripetizioni: 3
  • Sesto d’impianto: fila semplice
  • Distanza tra le file: 180 cm
  • Distanza sulla fila: 45 cm
  • Densità: 1,23 piante/m²
  • Superficie parcella: 7,29 m²
  • Trapianto: 2-5-2024